6/5/2015 NOMAD DANCE FEST E MUDRA PRESENTANO DIVINEAT FEEDING YOUR INNER SPIRIT

 

 

DivinEAT 
“Feeding your inner spirit”

Giovedì 7 Maggio 2015 alle ore 19.30

“Tutto è cibo” ripetono molti testi sacri indiani elaborando una vera e propria mistica del nutrimento. Come il filo di una ghirlanda, il cibo unisce persone, popoli e culture. Non diversamente dal cibo, la danza e la musica sono scambio, condivisione e offerta”

L'atto quotidiano di preparare il cibo, di offrirlo e di nutrirsene è un atto di sacralità che viene vissuto dagli hindù, come ogni altro aspetto della vita. Emerge quindi un aspetto spirituale e sacro del cibo che la cultura indiana valorizza pienamente e che, pur risalendo all'antica epoca vedica, è tuttora vivo nelle usanze e tradizioni religiose e popolari. 
"Tutte le creature che si trovano sulla terra traggono origine dal nutrimento e da esso sono mantenute in vita”. 
Come in un sacro rituale il nutrimento è offerto ed esplorato nelle sue diverse sfaccettature, percepito, annusato, assaporato e danzato. 
Attraverso la simbologia della nutrizione, la danza , la musica, il canto, i rituali e le tradizioni dell'India si fondono con la cultura arabo-andalusa che troverà compimento nell'anima, in un profondo sentimento di estasi come declamato dal poeta Sufi Rumi.

l rapporto che l’uomo crea con il cibo, in realtà, dice molto della relazione tra la creatura e il Creatore. L’uomo che cucina è chiamato ad avvicinare o allontanare da sé cibi e bevande; si serve di tecniche e non di altre, ma soprattutto manipola, cioè fa della creazione un “luogo”, un “dato” che trasforma, che arricchisce. Potremmo dire che cucinando l’uomo continua l’opera divina della creazione. Infatti, il cibo permette la relazione tra la cultura umana che reinterpreta il cibo e le religioni, le quali, nessuna esclusa, ci consegnano una normativa alimentare. Dalla creazione, opera delle mani di Dio, discende l’arte della cucina, opera delle mani dell’uomo.

Lo spettatore è chiamato ad immergersi in un viaggio attraverso il nutrimento di Cibo e Arti spirituali che lo porteranno alle origini di una tradizione legata a quei pellegrini del passato , chiamati i viaggiatori dello spirito, che hanno donato alla civiltà un senso di ispirazione e significato. 
Dall'India all'Indonesia , dalla Turchia all'Egitto, dal Giappone all'Argentina, dal Mar Mediterraneo fino all'Andalusia all'Italia attraversando i confini geografici dove il viaggio dei popoli ha permesso lo sviluppo di un vero e proprio mosaico di tradizioni che divenne tutt'uno con l'armonia e la bellezza.

Lo spettatore assapora, vive, sperimenta con i 5 sensi il nutrimento che proviene da Oriente e si dirige ad Occidente attraverso un percorso di degustazione attraverso le aree di ASIA, MEDIORIENTE ed EUROPA. 
Un viaggio mistico ed indimenticabile , una magnifica evocazione del sacro attraverso le antiche danze, musiche e tradizioni in movimento dal Mondo che si intrecciano fra loro. 
L'alimentazione è un rimedio universale. Coloro che riescono a nutrirsi del Brahman, ottengono ogni forma di nutrimento, fisico, mentale e spirituale" (Taittiriya Upanisad)

ENTRATA € 15,00 con Assaggi di cibo divino dal Mondo 
Spazio Epoca/Mudra Via Parenzo, 7 Milano

Evento patrocinato da General Consulate of India Milano e Incredible India Milano.

 

 

 

 

FONTE ARTICOLO