ethnica
 
 
21/1/2012 I HMONG: TRADIZIONE E COLORE

 

 

Hmong
 

La popolazione Hmong è una minoranza etnica originaria della Cina che, nei secoli scorsi, si è spostata a sud e ha popolato le regioni del Laos, della Tailandia e del Vietnam, seguendo la propria aspirazione di autonomia ed indipendenza territoriale (il nome Hmong, nell'omonima lingua, significa infatti "libero").
L'interesse nei confronti di queste genti nasce dalla bellezza dei loro manufatti, che si esprime sia negli abiti tradizionali, sia nei gioielli, lo stile dei quali li differenzia da quelli di tutte le altre etnie, rivelando un dettaglio che può consistere nel colore, nella forma o nelle finiture, soprattutto degli abiti (Red Yao, Flowered Hmong, Black Hmong, White Hmong, Black Thai, White Trousers Yao...).
Le artefici di questo magnifico artigianato sono le donne, che dalla raccolta delle materie prime (cotone, lino, canapa), passando poi alla loro lavorazione e conseguente tessitura, perpetuano con cura e precisione di dettagli una tradizione estetica che dura nei secoli. La loro tecnica, abilità e potenza creativa rendono ogni capo un oggetto unico nel suo genere: unico per la peculiarità dei particolari così come per i dettagli che distinguono non solo le varie tribù, ma anche lo stato sociale e l'età all'interno dello stesso gruppo, e che possono essere il colore, la lunghezza dell'abito, il soggetto ricamato, che spesso prende spunto dalle leggende tradizionali.

 Hmong 2

I tessuti tradizionali hmong, utilizzati nella produzione dei vari capi di vestiario e degli accessori, sono caratterizzati da alcuni elementi decorativi specifici, combinati spesso tra loro.
Oltre al ricamo a punto croce di motivi per lo più geometrici, anche la tintura di cotone e canapa attraverso la tecnica del batik e l'impiego dell'indaco riveste un ruolo significativo. Senz'altro è interessante notare come l'indaco, pianta verde brillante che cresce praticamente in tutto il mondo, sia come un sottile filo conduttore che unisce Paesi e popoli diversi negli usi e nei costumi, ma uniti da questo straordinario colore. Più il blu è intenso e scuro, più è considerato pregiato e di buona qualità; saranno poi i gioielli e gli accessori colorati quali cinture, fasce e pon pon variopinti ad alleggerirne ed attenuarne l'effetto.

Hmong 3

Un'altra tecnica tipica della tradizione tessile hmong consiste nel sovrapporre strati di cotone di colore diverso per poi tagliare quello o quelli superiori, ripiegandone e ricucendone quindi i bordi secondo vari disegni che rivelano il colore degli strati di stoffa sottostanti e che abbelliscono soprattutto colletti, grembiuli e fasce porta-bambini.
In generale è possibile affermare che i tessuti prodotti ed usati nelle zone rurali e montane sono confezionati interamente in materiali naturali, sono più pesanti, spessi e grezzi, mentre quelli diffusi nelle città sono più leggeri e caratterizzati da lavorazioni più raffinate e ricche di dettagli decorativi.

 

Le gonne dalle mille pieghe

 

Si dice sia stata la vista di una foglia aperta di latania ad ispirare ad una donna Hmong il modello della prima gonna dalle mille pieghe.
La latania è un tipo di palma che cresce, tra l'altro, nelle zone abitate dai Hmong ed è usata, essicata ed intrecciata, per costruire i tetti delle case, i cesti ed i cappelli a cono indossati in tutto il Sud-Est asiatico per proteggersi dalla pioggia e dal sole.
Attualmente si possono trovare sul mercato due tipi di gonne: l'uno più semplice, di facile vestibilità e più economico, spesso anche in materiale sintetico e con le pieghe precostituite a macchina, è utilizzato prevalentemente nelle città e dalle donne giovani; l'altro, più bello e ricercato, in tessuti naturali ed interamente plissettato a mano fino a raggiungere un numero di circa 200 pieghe e una lunghezza complessiva del tessuto anche di 5 metri, è diffuso soprattutto nei villaggi e nelle zone di montagna.

 Hmong 4

Il modello classico è composto da tre fasce orizzontali unite tra loro: la prima dall'alto è color indaco in tinta unita, la seconda presenta disegni batik sempre nei toni dell'indaco alternati a motivi ricamati a treccia rossa con applicazioni lineari, la terza, infine, è composta da una serie di tipiche stampe cinesi in cotone a fiori e uccelli oppure è ricamata a punto croce con bellissimi motivi geometrici in colori sgargianti. La gonna poi è orlata con una striscia di tessuto nero o blu scuro.
Le strisce a fantasia batik e ricamate delle gonne non più utilizzabili vengono inoltre conservate per assemblare nuove gonne che possono quindi incorporare pezzi anche molto vecchi e di particolare pregio.

Hmong 5