ethnica
 
 
26/12/2010 LA SOCIETÀ INDIANA

 

 

La società: la società indiana si basa su rigide regole gerarchiche, la maggior parte delle quali prende forma dal ruolo ricoperto dalla religione e dalle diverse divinità nella quotidianità.

È una società di stampo patriarcale, in cui il capostipite è considerato come responsabile per l'intero nucleo familiare. La famiglia è fondamentale nella società indiana: tutti i membri di una famiglia (nonni, zii, cugini, figli, nipoti, etc..) vivono assieme, seguendo le regole dettate dal patriarca - il membo più anziano – cui nessuno osa controbattere. Il capostipite è colui che porta l'armonia in questa “convivenza allargata”, ma è anche colui cui ci si rivolge per organizzare un matrimonio.

La società indiana

In India, infatti vige ancora la tradizione dei matrimoni “combinati” e la stragrande maggioranza degli indiani si vede sposato a qualcuno scelto dalla famiglia (sebbene oggi sempre più spesso ai giovani sposi è permesso dare un parere).

Le unioni “combinate” tengono in considerazione fattori importantissimi per la famiglia stessa: oltre all'età e all'altezza dei candidati, si valutano i gusti ed i valori personali, la storia della famiglia (ricchezze e posizione nella società) e la loro casta di appartenenza.

Il matrimonio, anche se “combinato” deve durare tutta la vita, ed il divorzio non è socialmente contemplato.